RICERCA NEL DIARIO Trova un argomento di tuo interesse
Apr 222014
 

there's_no_place_like_127.0.0.1

Stanco di pubblicità indesiderata e di banner lampeggiati da ogni parte che ti invitano a cliccarci sopra, ecco come ho risolto.

Dopo un’attenta ricerca ho preferito scegliere di bloccare gli annunci pubblicità e i banner fastidiosi mediante la modifica del file hosts senza installare nessun nuovo software ma utilizzando il programma Blocco note già presente in Windows.

Cos’è il file HOSTS

Il file hosts è un semplice file di testo presente in tutti i sistemi operativi che viene utilizzato per indicare i nomi host amichevoli in indirizzi di protocollo numerici, chiamati indirizzi IP, che identificano e individuano un computer in una rete IP o su Internet.
Più brevemente quando si digita un nome host come ad esempio www.google.it, Windows consulta prima un file hosts interno per vedere se è associato un indirizzo IP per quel sito: se il riscontro è positivo allora chiama l’IP indicato e la pagina web si apre. In caso contrario Windows interroga un servizio pubblico chiamato DNS, generalmente offerto dalla sociètà che usiamo per connetterci ad internet, che converte il nome host del sito digitato nell’indirizzo IP numerico del tipo 173.194.35.184 che è l’indirizzo effettivo per il sito che stiamo visitando.

Nel caso vi state chiedendo… tutto questo accade in pochi microsecondi!!!

Il file hosts è quindi una rubrica degli indirizzi che associa un nome host a un indirizzo IP per localizzare un computer o un sito poichè sarebbe troppo complicato ricordare quelle lunghissime stringhe di numeri per trovare i siti di nostro interesse. Esempio: www.google.it è 173.194.35.184 oppure www.yahoo.it è 87.248.120.148

Come sfruttare il file HOSTS

Nel computer di casa, il file hosts ha memorizzato un solo indirizzo IP abbinato a nome hosts, perchè per ragioni di praticità è molto più facile interrogare uno o più servizi DNS che risultano sempre aggiornati con tutti gli indirizzi IP mondiali.
L’unica voce presente nel file hosts è 127.0.0.1 localhost perchè indica l’indirizzo IP del computer stesso, ed è necessario ad alcuni programmi per comunicare con lo stesso computer.

Essendo 127.0.0.1 utilizzato per riferirsi a stesso, se associamo uno o più nomi hosts come ad esempio pubblicità-noisa.com all’indirizzo IP 127.0.0.1 si è di fatto bloccato quel sito poichè tutti i tentativi di caricare il sito web portano a noi stessi.
Ecco che, se aggiungiamo i nomi host degli indirizzi che forniscono pubblicità e banner nel file hosts, il nostro computer non sarà mai in grado di richiamare l’annunco pubblicità e il banner fastidioso mostrandoci uno spazio vuoto e allo stesso tempo non sarànno memorizzati i famigerati cookies che cercano di carpire le nostre abitudini.

bloccare_la_pubblicità

Quali vantaggi con il nuovo file HOSTS

  • L’utilizzo di un file hosts ben configurato può velocizzare il caricamento delle pagine web perchè non c’è da aspettare per caricare questi annunci pubblicità, banner fastidiosi, contatori, ecc..
  • Tutto questo aiuta anche a proteggere la nostra privacy e sicurezza bloccando i siti che possono monitorare le abitudini.
  • Inoltre un’altra ottima caratteristica del file HOSTS è che si tratta di un file a doppio senso: cioè se qualche parassita riesce ad entrare nel computer a nostra insaputa, come spesso accade quando si installa frettolosamente programmi shareware, il programma incriminato, se esistono le voci necessarie non può comunicare con l’esterno.

L’utilizzo di un file HOSTS non è una panacea contro tutte le pubblicità ingannevoli e i pericoli di internet, ma fornisce un buono livello di protezione.

Soluzione 1 – Modificare automaticamente il file HOSTS in Windows 7 – Facile

  1. Per prima cosa scarichiamo il file HOSTS.ZIP che contiene il file hosts compilato e aggiornato.
  2. Individuare il file zip, solitamente nella cartella Download, e selezionarlo col il tasto destro del mouse e dal menù cliccare Estrai tutto…
  3. Nella cartella appena estratta con il tasto destro del mouse selezionare il file mvps.bat e dal menù cliccare Esegui come amministratore poichè per modificare il file hosts è necessario possedere i privilegi di amministrazione del sistema.

    mvps_esegui_come_amministratore

  4. Si apre una finestra di controllo dell’account utente che domanda se vogliamo consentire al programma di apportare la modifica al file, per proseguire premere OK
  5. cmd_modifica_hosts

    Adesso si apre una finestra con il prompt, premere un qualsiasi tasto per continuare e il gioco è fatto

Soluzione 2 – Modificare manualmente con Blocco note il file HOSTS in Windows 7 passo dopo passo.

La noisa procedura elencata sotto dovrebbe evitare di ricevere avvisi di errore o rifiuto nella modifica del file hosts.

  1. Scarichiamo il file HOSTS.ZIP che contiene anche il file HOSTS
  2. Individuare il file zip, solitamente nella cartella Download, e selezionarlo col il tasto destro del mouse e dal menù cliccare Estrai tutto…
  3. Nella cartella appena estratta selezionare con il tasto destro del mouse il file HOSTS e dal menù, cliccare Rinomina in host.txt, quindi Invio
  4. Poi fare clic su Start e in Cerca programmi e file digitare Blocco note, quindi col tasto destro del mouse selezionare dal menù a tendina Esegui come amministratore per aprire il Blocco note.
  5. Nel menu File, fare clic su Apri e individuare nella cartella Download il file precedentemente rinominato in host.txt
  6. Nuovamente nel menu File, fare clic su Salva con nome, digitare hosts nella casella Nome file, quindi salvare il file sul desktop.
  7. Nuovamente fare clic su Start e in Cerca programmi e file digitare %SystemRoot%\system32\drivers\etc\, quindi Invio.

    Nota: Il percorso del file hosts nei sistemi Windows NT, 2000, XP, Vista, 7 e 8 è la stessa da sempre: %SystemRoot%\system32\drivers\etc\hosts dove %SystemRoot% è di solito c:\windows a meno che Windows non è installato in una partizione diversa. Windows Win7/Vista/XP = C:\windows\system32\drivers\etc\hosts

    percorso_file_hosts

  8. Selezionare il file hosts e rinominarlo in hosts.old
  9. Copiare o spostare il file hosts salvato sul desktop nel passaggio 6 nella cartella Etc e il gioco è fatto!

Buona Navigazione!

Come sempre sono apprezzati commenti e suggerimenti. Grazie

Questo HOSTS file è opera di http://winhelp2002.mvps.org e concessa sotto licenza CC BY-NC-SA 4.0

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: