RICERCA NEL DIARIO Trova un argomento di tuo interesse
Feb 032013
 
Regalati o regala un prodotto fatto a mano in Toscana, alla persona a cui vuoi bene.
La bigiotteria Creazioni con Amore by Erika propone una scelta di collane, braccialetti e orecchini per tutte le tasche. www.creazioniconamore.it
La tua pubblicità qui.

Lavaggio caldaia con acido disincrostante

Il calcare nella caldaia può essere uno dei motivi per cui l’acqua calda dal rubinetto esce con scarsa pressione o addirittura fredda.
Per risolvere questo problema normalmente si può eseguire un lavaggio chimico, consigliato per eliminare l’eccessivo calcare formato all’interno delle tubazioni della caldaia.

Il calcare può intasare tubature, rovinare i sanitari, lasciare fastidiosi depositi sulle stoviglie e nella caldaia dar luogo a incrostazioni che ostruiscono il libero passaggio dell’acqua.

Il lavaggio chimico della caldaia consiste nel far circolare mediante pompa esterna, una soluzione acida disincrostante che permette la rimozione dei depositi di calcare.
A volte il lavaggio chimico porta alla luce anche eventuali piccole perdite che magari erano tamponate dal calcare, quind è bene far eseguire il lavaggio chimico da personale qualificato in modo da avere subito l’assistenza se fosse necessaria.

Il calcare si forma poichè l’acqua contiene in quantità più o meno rilevanti alcuni elementi tra i quali calcio e magnesio: all’aumentare delle quantità disciolte, aumenta la durezza dell’acqua e favorite dall’innalzamento della temperatura si depositano inesorabilmente sui tubi formando uno strato sottile, che si lega fortemente con il metallo e poi incrementa sempre più di spessore fino ad arrivare, specialmente nel caso dell’acqua calda, a ridurre la portata.

Per eseguire un lavaggio chimico per la rimozione del calcare nella caldaia è necessario contattare una ditta con personale qualificato.

Se ti piace l'articolo condividilo!

  • Email
  • Print
  • OkNotizie
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Tumblr
  • Live
  • RSS

  • marilena

    Più che la mia opinione vorrei fare una domanda… a dicembre del 2012 è stato fatto il lavaggio chimico in questione, oggi 25 marzo la mia caldaia è di nuovo debole di pressione e quindi dai rubinetti viene giusto un filo di acqua calda. il tecnico che venne a dicembre dice che c’è da rifare il lavaggio perchè l’acqua che arriva è troppo calcarosa. (me la farebbe anche in garanzia) La mia domanda è: ma non gli faranno male tutti questi lavaggi visto che si tratta di lavaggi con acido?

    • Salve, in genere gli acidi disincrostanti specifici per la pulizia dello scambiatore della caldaia sono formulati per la rimozione delle incrostazioni di calcaree e riducono al minimo la corrosione.
      Se l’acqua contiene molto calcaree per evitare nuovamente la formazione di incrostazioni e spendere soldi personalmente consiglio l’impiego del dosatore proporzionale di polifosfati. Una spesa utile che riduce gli interventi di lavaggio chimico.

  • Luca

    Domanda importante: quanti lavaggi chimici può, in media, sopportare una normale caldaia a Gas?