RICERCA NEL DIARIO Trova un argomento di tuo interesse
Feb 292016
 

Shortlink:

caldaia a condensazione a Pontedera Pisa Cascina

Le caldaie a condensazione consentono un notevole risparmio energetico perché hanno un rendimento utile molto elevato e producono un minore inquinamento atmosferico, avendo la temperatura dei fumi in uscita molto più bassa rispetto alle caldaie tradizionali.

In questi modelli, i prodotti della combustione condensano in un apposito scambiatore di calore che permette di recuperare l’energia ancora presente nei fumi che, nelle caldaie tradizionali, viene solitamente dispersa nell’ambiente esterno.

Se combinate con le valvole termostatiche, l’efficienza energetica dell’impianto aumenta con un risparmio che va dal 30 al 45% in meno del gas consumato annualmente.

Essendo totalmente a tenuta stagna, le caldaie a condensazione possono essere inserite in qualsiasi ambiente domestico, purché aerato o aerabile, previa installazione di un tubo di scarico dell’acqua di condensa, che può essere convogliata nella rete delle acque nere o bianche.

Le moderne caldaie a condensazione sono combinabili con l’azione di un sistema solare termico per la produzione della sola acqua calda sanitaria. Questo significa poter ridurre significativamente il fabbisogno energetico complessivo anche più del 50% rispetto alle utenze di una casa già isolata secondo lo standard edilizio del 2006.

Gli aspetti positivi delle caldaie a condensazione non finiscono qui. Chi installa una caldaia a condensazione potrà avere delle deroghe rispetto all’obbligo di collegamento a camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione con sbocco sopra il tetto dell’edificio, infatti è stata prevista espressamente in specifiche situazioni la possibilità di scaricare i fumi direttamente in facciata utilizzando condotti orizzontali di evacuazione dei prodotti della combustione di lunghezza notevolmente più ridotta rispetto alle canne fumarie a tetto.

Per l’installazione, rivolgersi a un tecnico qualificato che deve rilasciare la “dichiarazione di conformità dell’impianto”. Inoltre, in fase d’installazione deve verificare il corretto tiraggio della canna fumaria ed effettuare una verifica di corretto funzionamento.

La manutenzione della caldaia a condensazione deve essere eseguita secondo le indicazioni riportate, dal costruttore dell’apparecchio, nel libretto di istruzioni e comunque almeno una volta all’anno. Ogni due anni, invece, va eseguita la verifica del rendimento di combustione della caldaia.

Le operazioni di manutenzione e di verifica vanno affidate a un’impresa abilitata.

Fonte: http://rugiadapoint.it/articoli/0704146678/caldaie-condensazione-vantaggi-e-agevolazioni

Ciao, hai lasciato un commento ? (°L°) La Tua opinione è molto importante !

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: