RICERCA NEL DIARIO Trova un argomento di tuo interesse
Feb 122013
 

dosatore proporzionale poliposfati

Un sistema economico per evitare la formazione di incrostazioni calcare nella produzione di acqua calda sanitaria è l’impiego del dosatore proporzionale di polifosfati.
Il dosatore di polifosfati è un appareccho in grado di addizionare all’acqua in modo proporzionale un preciso quantitativo preparato di sali minerali in grado di impedire la formazione di incrostazioni calcaree nella produzione di acqua calda sanitaria.

Il dosatore di polifosfati è un’apparecchiatura per il trattamento di acque potabili, in particolare l’impiego è previsto in caldaie murali, caldaie bitermiche, boiler e impianti sanitari ed idraulici d’acqua calda e fredda.

esempio installazione dosatore poliposfati

schema installazione dosatore poliposfati

Il dosatore di polifosfati generalmente viene installato sulla tubazione dell’acqua fredda in ingresso alla caldaia per proteggere dalle incrostazioni calcaree e dalle corrosioni lo scambiatore della caldaia, nonché per ridurre incrostazioni calcaree e residui di corrosione già esistenti negli impianti d’acqua calda e fredda potabile sanitaria.

L’installazione del dosatore di polifosfati deve avvenire nel rispetto delle normative vigenti e deve essere effettuata da un installatore qualificato.

  4 Responses to “Un semplice modo per impedire la formazione di calcaree”

  1.  

    Buonasera, mi chiedevo: dopo l’operazione di disincrostazione della caldaia con l’acido per quanto tempo bisogna far scorrere acqua per pulire le tubature stesse dall’acido? Non è pericoloso per la salute?
    Grazie

  2.  

    La soluzione disincrostante per caldaie è specifica per l’eliminazione delle incrostazioni calcaree.

    Terminata la disincrostazione si può effettuare un lavaggio neutralizzante dell’acidità residua con una soluzione di soda al 1-2% o prodotto commerciale tipo Boiler Cleaner N e poi far scorrere acqua corrente.

    In ogni caso lasciare scorrere abbondante acqua dopo la disincrostazione.

  3.  

    Buonasera, Volevo capire bene la configurazione della soluzione descritta.
    Nell’immagine esplicativa vedo 2 componenti (A)Filtro, (B)Dosatore.
    Quello che volevo capier è se sono A e B due componenti complementari, o se il dosatore può fare anche da filtro e lavorare da solo.
    Grazie,

    Carlo

    •  

      Buonasera, il dosatore (B) non è un filtro, ma dosa la giusta quantità di sali da sciogliere nell’acqua che entra in caldaia.
      Il filtro (A) ha lo scopo di proteggere la caldaia da impurità presenti nell’acqua impedendo a sabbia, trucioli di ferro o plastica di intasare lo scambiatore della caldaia.

      Il dosatore di polifosfati può lavorare anche da solo.

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: