RICERCA NEL DIARIO Trova un argomento di tuo interesse
Mag 052013
 
Regalati o regala un prodotto fatto a mano in Toscana, alla persona a cui vuoi bene.
La bigiotteria Creazioni con Amore by Erika propone una scelta di collane, braccialetti e orecchini per tutte le tasche. www.creazioniconamore.it
La tua pubblicità qui.

Le stesse regole che valgono nella vita reale valgono anche sul web

Laura Boldrini in un’intervista su Repubblica si domanda se sia giusto che una minaccia di morte che avviene in forma diretta, o attraverso una scritta sul muro sia considerata in modo diverso dalla stessa minaccia via web.

“Se il web è vita reale, e lo è, se produce effetti reali, e li produce, allora non possiamo più considerare meno rilevante quel che accade in Rete rispetto a quel che succede per strada”

Non si tratta di censurare il web, non servono leggi speciali per il web perchè anche su internet vigono le stesse regole che esistono per la vita reale.

La legge italiana ha già un immensa normativa a presidio che anche la vita sul web si svolga nel rispetto delle stesse regole che valgono nel mondo reale senza l’esigienza di creare nuove regole.

Le regole ci sono: basta applicarle con rigore.

In caso di minaccia o altro tipo di offesa, come avviene nella vita reale, basta denunciare la cosa rivolgedosi alla polizia o ad un avvocato.

E’ un problema di applicazione delle regole o forse di coraggio nel fare la denuncia.

Inoltre c’è una mancanza di cultura “digitale” da parte di molti utenti che forse non hanno chiaro che su internet, su facebook, su twitter o nei blog scrivere un’offesa o addirittura una minaccia di morte è un reato.

Molte persone credono che su internet si possa scrivere quello che uno vuole per mancanza di consapevolezza o addirittura credono che la polizia non sia in grado di intercettare o risalire all’autore dell’offesa.

Talvolta a molti sciagurati il web sembra una enorme prateria sempre verde dove scaricare le proprie frustrazioni senza preoccuparsi delle conseguenze, ma in realtà non è cosi perchè la polizia dispone di strumenti idonei nella maggior parte dei casi per identificare gli autori di determinate condotte non legali.

Per assurdo è più facile identificare un utente su internet di uno che imbratta un muro o invia una lettera anonima.

Il web non è un mondo a parte rispetto alla vita quotidiana ma le stesse regole della vita di tutti i giorni valgono anche sul web!

Fonte Radio 24

Sorry, the comment form is closed at this time.