RICERCA NEL DIARIO Trova un argomento di tuo interesse
Feb 062016
 

Shortlink:

Regalati o regala un prodotto fatto a mano in Toscana, alla persona a cui vuoi bene.
La bigiotteria Creazioni con Amore by Erika propone una scelta di collane, braccialetti e orecchini per tutte le tasche. www.creazioniconamore.it
La tua pubblicità qui.

impianti termici

Il bollino di autocertificazione da applicare su ognuna delle copie del rapporto di efficienza energetica, che viene rilasciato esclusivamente dal manutentore in occasione delle verifiche, è differente per tipologia e fasce di potenza dell’impianto.

Il bollino è previsto per:

  1. impianti di climatizzazione invernale con generatore a fiamma di potenza termica utile nominale maggiore di 10 kW, indipendentemente dal combustibile utilizzato (quindi anche per gli impianti a pellet, cippato, tronchetti, etc.),
  2. con macchine frigorifere e/o pompe di calore di potenza termica utile nominale maggiore di 12 kW,
  3. cogenerativi,
  4. alimentati da teleriscaldamento di potenza termica utile nominale maggiore di 10 kW.

In particolare i controlli di efficienza energetica della caldaia di casa devono essere effettuati con le seguenti periodicità :

  1. caldaia alimentata a gas, metano o GPL, installate all’interno di locali adebiti alla permanenza delle persone o se in funzione da più di 8 anni, con potenza utile nominale da 10KW a 35KW ogni 2 anni con applicato un bollino tipo A da 10 euro;
  2. caldaia alimentata a gas, metano o GPL, installate all’installate all’esterno, in locali tecnici, o sulla terezza , con potenza utile nominale da 10KW a 35KW ogni 4 anni con applicato un bollino tipo A4 da 15 euro;
  3. caldaia alimentata a combustibile liquido o solido, gasolio o pellet, con potenza utile nominale da 10KW a 35KW ogni 2 anni con applicato un bollino tipo A da 10 euro;

Quindi se, in occasione delle verifiche di efficienza energetica, non deve essere fatta la prova fumi, il Bollino deve essere apposto obbligatoriamente anche:

  • sui sistemi di condizionamento qualora la singola macchina abbia una potenzialità superiore a 12 KW;
  • sugli impianti a biomassa (pellets, cippato, tronchetti, ecc) qualora il singolo generatore abbia una potenzialità superiore a 10 KW e
  • sugli scambiatori di calore (teleriscaldamento) qualora il singolo generatore abbia una potenzialità superiore a 10 KW.
  • Se ti piace l'articolo condividilo!

    • Email
    • Print
    • OkNotizie
    • Facebook
    • Twitter
    • Google Plus
    • Pinterest
    • Tumblr
    • Live
    • RSS