RICERCA NEL DIARIO Trova un argomento di tuo interesse
Mar 062015
 

Shortlink:

In una caldaia tradizionale a camera stagna o chiusa il ventilatore ha il compito di espellere i fumi dalla camera di combustione all’esterno dell’immobile.

Il ventilatore è composto di un avvolgimento elettrico alimentato a 230Vac tramite la scheda elettronica.
Allo scopo di assicurarsi che il ventilatore svolga propriamente la sua funzione, è montata generalmente una presa di pressione tipo venturi all’interno dello stesso che rileva un segnale di pressione letto dal pressostato aria e comunicato alla scheda elettronica. Dalla pressione rilevata si può quindi verificare se i fumi sono adeguatamente evacuati.

Durante le operazioni di manutenzione della caldaia è buona norma ispezionare il ventilatore e se necessario smontarlo e pulire delicatamente le palette, nonchè soffiare la presa di pressione venturi poichè soggetta a incrostazioni. Spesso le palette del ventilatore si riempiono di fuliggine bianca visibile nelle foto allegate sopra, riducendo drasticamente l’estrazione dei fumi.

Un ventilatore o estrattore sporco oltre a non evacuare correttamente i fumi della combustione, può provocare un’anomalia di funzionamento segnalata dal blocco della caldaia ed eventualmente riportata sul display con un errore di evacuazione fumi.

Per risolvere il problema è necessaria una manutenzione periodica annuale e non deve essere un’operazione improvvisata svolta autonomamente ma è necessario rivolgersi ad un tecnico specializzato o a una ditta qualificata.

Sorry, the comment form is closed at this time.