Dal 26 settembre 2015 nel mondo del riscaldamento è avvenuta una rivoluzione, ma come succede spesso in Italia la normativa è passata in silenzio ed è sconosciuta alla maggior parte dei consumatori italiani. I prodotti per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria dal 26 settembre 2015 sono soggetti alla nuova direttiva ErP con l’obiettivo di proteggere il clima e l’ambiente riducendo in misura significativa le emissioni di CO2. Riporto quanto ha precisato il CENED il 24 settembre 2015: I produttori di caldaie di potenza inferiore o uguale a 400kW, destinate sia al riscaldamento sia alla produzione di acqua calda sanitaria, non potrannoContinua a leggere…

Radiant R2KA, è la nuova gamma di caldaie murali a condensazione con scambiatore sanitario integrato e accumulo che montano il nuovo scambiatore a condensazione prodotto totalmente in Radiant. Radiant ha concentrato in un prodotto tutte le innovazioni tecnologiche introdotte sugli scambiatori di calore a condensazione e sulle tipologie di funzionamento facendo nascere cosi la nuova serie di caldaie DUALTECH. Questo prodotto installa il nuovo scambiatore COMBI-TECH con spirale monotubo in acciaio inox Ø 28 mm, integrando il secondo serpentino per l’acqua sanitaria al suo interno, combinandolo con DUALTECH,il nuovo sistema di doppio scambio dell’acqua sanitaria, la prima volta nello scambiatore e la seconda volta all’internoContinua a leggere…

Caldaia a condensazione con scambiatore sanitario integrato e accumulo da 20 lt., con scambiatore in acciaio inox 100% made in Radiant nelle potenze di 24, 28 e 34 kW. Equipaggiate con il nuovo dual-tech system: l’evoluzione tecnologica di duopass. Prestazioni al sanitario eccellenti nonostante le ridotte dimensioni del boiler 20 lt, in acciaio INOX, maggior efficienza e consumi ridotti. Scheda elettronica digitech CS. Rendimento 3 stelle all’acqua sanitaria.Continua a leggere…

Le caldaie a condensazione consentono un notevole risparmio energetico perché hanno un rendimento utile molto elevato e producono un minore inquinamento atmosferico, avendo la temperatura dei fumi in uscita molto più bassa rispetto alle caldaie tradizionali. In questi modelli, i prodotti della combustione condensano in un apposito scambiatore di calore che permette di recuperare l’energia ancora presente nei fumi che, nelle caldaie tradizionali, viene solitamente dispersa nell’ambiente esterno. Se combinate con le valvole termostatiche, l’efficienza energetica dell’impianto aumenta con un risparmio che va dal 30 al 45% in meno del gas consumato annualmente. Essendo totalmente a tenuta stagna, le caldaie a condensazione possono essere inseriteContinua a leggere…