L’esercizio, la conduzione, il controllo, la manutenzione dell’impianto termico e il rispetto delle disposizione in materia di efficienza energetica in edilizia sono affidati al responsabile dell’impianto che è identificato come: il proprietario, in caso di singole unità immobiliari residenziali non locate; l’occupante a qualsiasi titolo, in caso di singole unità immobiliari; l’amministratore, in caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati amministrati in condominio; il legale rappresentante o l’amministratore delegato in caso di edifici di proprietà o occupati a qualsiasi titolo da soggetti diversi dalle persone fisiche; il terzo responsabile se delegato; il conduttore nomina obbligatoria per impianti aventi una potenza termica nominale superiore aContinua a leggere…

La caldaia a gas è un apparecchio tecnologico che necessita di manutenzione e pulizia periodica per garantire un funzionamento efficiente e sicuro. Ma chi deve pagare la manutenzione della caldaia di un riscaldamento autonomo? L’inquilino o il proprietario? La normativa chiarisce la controversa questione! Il cittadino, in qualità di responsabile dell’impianto termico, avvalendosi di ditte aventi i requisiti previsti dalle norme in vigore sulla sicurezza degli impianti di riscaldamento e/o impianti per il gas, è tenuto a: condurre l’impianto secondo le prescrizioni delle normative vigenti; rispettare i periodi di accensione; mantenere la temperatura degli ambienti entro i 20° C con una tolleranza di ± 2Continua a leggere…

Tra le domande più frequenti sui libretti di impianto e i rapporti di efficienza energetica il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) chiarisce la figura del responsabile dell’impianto termico. Il responsabile dell’impianto termico o per esso un terzo che ne assume la responsabilità, provvede affinché siano eseguite le operazioni di controllo e di manutenzione secondo le prescrizioni della normativa vigente. Il responsabile dell’impianto termico, definito dal D.lgs. 92/05 è: “l’occupante, a qualsiasi  titolo, in caso di singole unità immobiliari residenziali; il proprietario, in caso di singole unità immobiliari residenziali non locate; l’amministratore, in  caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati amministrati in condominio; il proprietario o l’amministratore delegato in caso di edifici di proprietà di soggetti diversi dalle persone fisiche”. Gli  interventi  di  controllo  e  manutenzione  devono  essere  eseguiti  a  regola  d’arte, da operatori abilitati. L’operatore, al termine delle medesime operazioni, con la cadenza prevista dall’allegato del D.P.R. 74/2013, ha inoltre l’obbligo di effettuare un controllo di efficienza energetica i cui esiti vanno riportati sulleContinua a leggere…

Si definisce responsabile dell’impianto colui che occupa a qualunque titolo un edificio o unità abitativa dotato di caldaia o colui che ha la responsabilità della gestione e esercizio dell’impianto termico (proprietario o conduttore o amministratore di condominio o terzo responsabile). Il responsabile di impianto provvede affinché siano eseguite le operazioni di controllo e manutenzione nel rispetto delle prescrizioni della normativa vigente secondo le modalità stabilite negli specifici provvedimenti emanati dalle Amministrazioni competenti avvalendosi di ditte aventi i requisiti previsti dalle norme in vigore sulla sicurezza degli impianti di riscaldamento di cui al D.M. 37/08 . Il responsabile di impianto è l’unico interlocutore della Agenzia EnergeticaContinua a leggere…

Aggiornamento: dal 1 Giugno 2014 ogni impianto di riscaldamento e raffrescamento deve essere accompagnato da un nuovo libretto in grado di raccontare la vita dell’apparecchio, dall’installazione fino alla rottamazione, indipendentemente dalla loro data di installazione, devono essere muniti di un “libretto di impianto per la climatizzazione invernale ed estiva” conforme al nuovo modello. Dopo che un tecnico abilitao ha terminato le operazioni di controllo e manutenzione della caldaia, ha l’obbligo di redigere e sottoscrivere un rapporto di controllo in triplice copia (per la caldaia di casa con potenza uguale o inferiore a 35 kW è l’Allegato G) sottoscritto per ricevuta anche dal responsabile dell’impianto eContinua a leggere…